Jacopo Barozzi da Vignola
a cura di Richard J. Tuttle, Bruno Adorni, Christoph Luitpold Frommel, Christof Thoenes

Milano, Electa, 2002, pp. 436, ill. 425 b/n e 100 colore, € 110,00

 

Il volume è stato realizzato in occasione della prima mostra dedicata alla vita e all'opera di Jacopo Barozzi da Vignola (1507-1573). I saggi contenuti in questa importante pubblicazione, opera dei principali specialisti dell'architettura italiana del Cinquecento, presentano lo stato degli studi su un architetto che, nonostante sia uno dei più attivi e famosi del Cinquecento, solo recentemente è stato oggetto di nuove ricerche e nuove scoperte. La pubblicazione si colloca nell'ormai solida collana che Electa dedica agli architetti classici.

Il volume permette di seguire, attraverso numerosi saggi specifici, l'attività dell'artista, dalle origini emiliane alla Roma dei papil, al suo servizio per principi e pontefici, soffermandosi sulle opere realizzate per i Farnese, sia a Roma che a Parma e a Piacenza. Altro settore importante del volume è quello dedicato all'attività di Vignola quale trattatista, autore di uno dei manuali di architettura più fortunati degli ultimi secoli.

Il catalogo delle opere, che segue i saggi introduttivi, presenta esaurienti schede storico-critiche, accompagnate da numerose illustrazioni che consentono di apprezzare, anche nel dettaglio, il lavoro progettuale e la realizzazione degli edifici. Non si tratta in verità di un catalogo esaustivo, dal momento che le numerose attribuzioni dubbie di edifici non sono state considerate: gli autori hanno inteso lavorare principalmente su realtà la cui ascrizione all'architetto è sicura o sulle quali il dibattito critico ha trovato ormai una certa convergenza. Negli apparati, l'atlante delle opere raccoglie un buon numero di immagini a colori dei principali interventi vignoleschi, mentre l'indice analitico consente di districarsi agevolmente nel gran numero di informazioni ordinate nel volume.

Ciò che emerge chiaramente da quest'opera è il ruolo di un architetto che ha saputo rinnovare, pur nell'ambito del rispetto degli ordini architettonici classici, la concezione dell'edificio. Per esempio è lui che sperimenta nei suoi progetti le generatrici curvilinee (a Caprarola o in villa Giulia), così come è lui che si trova a doversi confrontare tra i primi con le esigenze liturgiche e formali delle chiese post-conciliari, reinventando, o meglio rifunzionalizzando, la navata unica, come è accaduto nella chiesa del Gesù a Roma. Ma applicò le linee curve anche nelle chiese, come nella chiesetta di Sant'Andrea e in Sant'Anna dei Palafrenieri sempre a Roma, aprendo la strada al Barocco e agli straordinari esiti borrominiani.

Francesco Galterio
(22 feb 2003)


Indice del volume
Arnaldo Bruschi
Introduzione a Vignola. Ornamenti "antichi"/architetture "moderne"

Richard J. Tuttle
La vita

Vignola architetto del potere

Christoph Luitpold Frommel
Gli esordi e le ville nell’Italia centrale

Richard J. Tuttle
Le chiese

Bruno Adorni
Opere in Emilia

Christof Thoenes, Pietro Roccasecca
Vignola teorico

Christof Thoenes
La fama di Vignola

Jacopo Barozzi e Vignola

Christof Thoenes
L’immagine dell’architetto

Achille Lodovisi, Debora Dameri, Giuseppe Trenti
La famiglia e la città di nascita

Bologna, 1515 circa - 1538

Richard J. Tuttle
La formazione bolognese

Maurizio Ricci
Peruzzi e Serlio a Bologna, Roma e Fontainebleau, 1538-1543

Hubertus Günther
Gli studi antiquari per l’"Accademia della Virtù"

Sabine Frommel
Fontainebleau

Bologna, 1543-1550

Richard J. Tuttle
San Petronio

Richard J. Tuttle
Palazzo Bocchi

Richard J. Tuttle
Opere pubbliche bolognesi

Palazzi e ville a Roma e nell’Italia centrale

Christoph Luitpold Frommel
Villa Cervini presso Montepulciano

Maurizio Ricci
La Castellina di Norcia

Christoph Luitpold Frommel
Villa Giulia a Roma

Richard J. Tuttle
Palazzo Farnese a Roma

Richard J. Tuttle
San Lorenzo in Damaso a Roma

Richard J. Tuttle
Palazzo della Cancelleria a Roma

Richard J. Tuttle
Palazzetto in piazza Navona

Fabiano Tiziano Fagliari, Zeni Buchicchio
Palazzo Farnese a Caprarola

Fabiano Tiziano Fagliari, Zeni Buchicchio
Altre opere a Caprarola e nel Lazio

 

Chiese a Roma e nell’Italia centrale

Christoph Luitpold Frommel
San Giovanni dei Fiorentini a Roma

Richard J. Tuttle
Sant’Andrea in via Flaminia

Hermann Schlimme
Madonna del Piano a Capranica

Maria Grazia D’Amelio
San Nicola da Bari a Mazzano Romano

Maria Olimpia Zander
Il tabernacolo di Fara Sabina

Richard J. Tuttle
Sant’Anna dei Palafrenieri a Roma

Maurizio Ricci
Santa Maria in Traspontina

Paola Zampa
Facciata di Santa Maria dell’Orto a Roma

Maria Grazia D’Amelio
San Lorenzo a Sant’Oreste al Soratte

Hermann Schlimme
Sant’Antonio Abate a Rieti

Klaus Schwager, Hermann Schlimme
La chiesa del Gesù di Roma

Federico Bellini
La basilica di San Pietro in Vaticano

Fernando Marías
Vignola e l’Escorial

Opere in Emilia

Bruno Adorni
Palazzo Farnese a Piacenza

Bruno Adorni
Palazzo Radini-Tedeschi a Piacenza

Bruno Adorni
Palazzo del Giardino a Parma

Bruno Adorni
Perizie e disegni per Parma nel 1559

Bruno Adorni
Facciata del portico dei Banchi a Bologna

Vignola teorico

Christof Thoenes
La pubblicazione della "Regola"

Christof Thoenes
La dottrina della "Regola"

Christof Thoenes
Alcune tavole della "Regola"

Christof Thoenes
I precedenti della "Regola"

Christof Thoenes
La fortuna della "Regola"

Pietro Roccasecca
Per una storia del testo de "Le due regole della prospettiva pratica"

Pietro Roccasecca
La "Portione del manoscritto originale di Giacomo Barozzi da Vignola della sua prospettiva"

Atlante delle architetture, Apparati, Fonti, Indice dei nomi

 


vai al sito web dell'editore