Centro di studi Leon Battista Alberti
"Ingenium"
Firenze, Leo S. Olschki

 

L'avvio delle pubblicazioni della collana "Ingenium" da parte di Leo S. Olschki è un momento importante per gli studi sul Quattrocento italiano e su quel vasto settore della produzione culturale che si inscrive all'interno dell'Umanesimo. La collana è infatti l'organo ufficiale del Centro di Studi Leon Battista Alberti di Mantova, un'istituzione di recente fondazione che ha raccolto di slancio il rinnovato fervore della ricerca seguito alla mostra mantovana dedicata all'umanista-architetto nel 1994.

Il gruppo di ricerca del Centro Studi mantovano ha ormai all'attivo una numerosa serie di iniziative di studio che ora stanno via via trovando diffusione editoriale. I primi tre numeri della collana "ingenium" mostrano già essi stessi il livello del lavoro svolto.

Il primo numero della collana (Cecil Grayson, Studi su Leon Battista Alberti) raccoglie (tranne limitate eccezioni) tutti i saggi albertiani di uno dei principali studiosi dell'umanista, Cecil Grayson, scomparso prima della pubblicazione del volume. Sono saggi che spesso ancora oggi risultano fondamentali per la comprensione di Alberti sotto le varie sembianze di umanista, teorico delle arti, architetto. Tra i lavori di Grayson qui ripubblicati si trovano anche alcune edizioni critiche di testi albertiani, come il Villa, il De statua, il Canis o il De iure.

Il secondo volume della collana si deve a Luca Boschetto (Leon Battista Alberti e Firenze. Biografia, storia, letteratura) che traccia una biografia di Leon Battista Alberti, districandosi nella complessa trama dei suoi rapporti con la famiglia e con Firenze. Il testo si completa con una corposa appendice documentaria in cui si pubblicano sessanta documenti quasi tutti inediti.

Il terzo volume raccoglie gli atti del convegno albertiano che il Centro Studi ha realizzato nel 1998. Come tutti gli atti di convegno, si tratta di un volume con saggi di livello ineguale, ma comunque sempre molto alto, anche perché i nomi dei relatori e la compattezza degli argomenti svolti garantiscono già da soli sulla qualità dei testi.

A questi primi tre volumi della collana "Ingenium" va affiancato un altro volume di atti di convegno che costituisce probabilmente la prima traccia della ripresa degli interessi per l'Alberti a Mantova, che ha poi condotto alla nascita del Centro Studi. Sono infatti gli atti del convegno svoltosi per iniziativa dell'Accademia Nazionale Virgiliana nel 1994, in concomitanza della mostra albertiana svoltasi a Palazzo Te. In questo volume il livello degli interventi è piuttosto variabile e talvolta i testi sono frutto di rielaborazioni di lavori già editi e non risultanze di nuove ricerche in corso. Nonostante questo si tratta di una serie di contributi nel complesso apprezzabili e utili per definire il punto degli studi e aprire problematiche nuove.

 

vai al sito web dell'editore


Dati e indici dei volumi citati in questa recensione

 

Cecil Grayson, Studi su Leon Battista Alberti, a cura di Paola Claut, Firenze, Leo S. Olschki, 1998 ("Ingenium", n. 1), pp. VIII+440, £ 82.000.

Premessa di Alberto Tenenti
Nota del curatore
Introduzione
di Cecil Grayson

Notes on the Texts of Some Vernacular Works of Leon Battista Alberti (1952)
"Cartule e grecismi" in L.B. Alberti (1952-53)
Studi su Leon Battista Alberti (1953)
La redazione Pazzi del "Governo della Famiglia"
(1953)
La prima edizione del "Philodoxeos" (1954)
A Portrait of Leon Battista Alberti (1984)
Appunti sulla lingua dell’Alberti (1955)
Leon Battista Alberti traduttore di Walter Map (1955)
Alberti and the Vernacular Eclogue in the Quattrocento (1956)
Un codice del "De re aedifìcatoria" posseduto da Bernardo Bembo (1956)
The Humanism of Alberti (1957)
Alberti, Poliziano e Bernardo Bembo (1957)
An autograph Letter from Leon Battista Alberti to Matteo de’ Pasti November 18, 1454 (1957)
Note sulle rime dell’Alberti (1959)
The Composition of L. B. Alberti’s "Decem libri de re aedificatria" (1960)
L. B. Alberti and the Beginnings of Italian Grammar (1963)
Leon Battista Alberti’s ‘Costruzione legittima’ (1964)
Grammatici e grammatiche del Rinascimento (1967)
The Text of Alberti’s "De pictura" (1968)
Four Love Letters attributed to Alberti (1971)
On Painting and On Sculpture (1972)
Il prosatore latino e volgare (1974)
Leon Battista Alberti Architect (1979)
Il "Canis" di Leon Battista Alberti (1983)
Il "De Iure" di Leon Battista Alberti (1985)
De commodis literarum atque incommodis (1988)
Leon Battista Alberti’s "De equo animante" (1993)
Leon Battista Alberti: vita e opere (1994)

 

____________________ 

Luca Boschetto, Leon Battista Alberti e Firenze. Biografia, storia, letteratura, Firenze, Leo S. Olschki, 2000 ("Ingenium", n. 2), pp. XVIII+338, £ 70.000.

Premessa
Fonti e opere citate in forma abbreviata
Tavole genealogiche

I.    La famiglia e la città
1.    "Amplificate la fama di casa nostra". La famiglia Alberti alla fine dell’esilio (1428)
        Le vicende trecentesche, l’esilio, il ritorno in patria
        La ricchezza e il sistema delle aziende
        La vita politica: gli Alberti dopo il ritorno dei Medici nel 1434
        I contrasti interni alle compagnie di Ponente
        Dal sequestro delle lane d’Inghilterra alla fuga di Benedetto
        La crisi della compagnia di Londra
        Le liti fra i consorti e il sindacato della compagnia di ‘corte’
        La famiglia nella Firenze del pieno Quattrocento

II.    Battista
2.    "Apud exteras nationes educatus". La giovinezza (1404-1434)
       Venezia, Padova, Bologna
        Tra Roma e Firenze
        Letteratura e società: "De commodis" e libri della "Famiglia"
3.    "In questa nostra sopra l’altre ornatissima patria". I soggiorni fiorentini (1435-1444)
       Alberti e Firenze alla metà degli anni ‘30
        Alberti e la comunità di Gangalandi
        I viaggi a Bologna, Venezia, Ferrara
        Il ritorno in città e i nuovi documenti biografici
        Letteratura e società: la campagna per il volgare
4.     "Raro ci venni e poco ci dimorai". Visite e rapporti con la città (1445-1472)
         La seconda meta degli anni ‘40 e le amicizie fiorentine
         Le vicende degli anni ‘50 e ‘60
         Letteratura e società: gli ultimi contatti, il "De iciarchia", l’eredità albertiana

III.    I documenti
        Nota ai testi e criteri di trascrizione

IV.   Bibliografia e indici
        Bibliografia
        Indice dei nomi

  

__________________

Leon Battista Alberti e il Quattrocento. Studi in onore di Cecil Grayson e Ernst Gombrich, atti del convegno (Mantova 1998), a cura di Luca Chiavoni, Gianfranco Ferlisi, Maria Vittoria Grassi, Firenze, Leo S. Olschki, 2001 ("Ingenium", n. 3), pp. X+454, £ 98.000.

Gianfranco Burchiellaro, Sindaco di Mantova, Intervento di apertura
Programma del Convegno
Vittore Branca, Parole Introduttive
Albero Tenenti, Aspetti del Settentrione rinascimentale nel Quattrocento
Lauro Martines, Un reietto politico: Francesco d'Altobianco Alberti (1401-1479)
David S. Chambers, Who were Alberti's mantuan friends?
Massimo Miglio, Nicolò V, Leon Battista Alberti, Roma
Giovanni Ponte, Leon Battista Alberti e Genova
Lucia Bertolini, Prospezioni linguistiche sulla formazione di Leon Battista Alberti
Massimo Danzi, "In bene e utile della famiglia": appunti sulla precettistica albertiana del governo domestico e la sua tradizione
Rinaldo Rinaldi, "Momus christianus": altre fonti albertiane
John Woodhouse, Dall'Alberti al Castiglione: ammonimenti pratici di cortesia, di comportamento e di arrivismo
Claudio Gallico, Oralità e scrittura nella poaesia e nella musica delle corti dell’Italia settentrionale
Livio Volpi Ghirardini, L'architettura numerabile di Leon Battista Alberti segno universale di ordine e di armonia
John Onians, Alberti and the neuropsychology of style
Charles Hope, The structure and purpose of "De Pictura"
Evelyn Welch, The Gonzaga go shopping: commercial and cultural relationships between Milan and Mantua in the fifteenth century
Marco Collareta, Rileggendo il "De statua" dell'Alberti
Christoph Luitpold Frommel, Il San Sebastiano e l'idea del tempio in Leon Battista Alberti
Francesco Paolo Fiore, Alberti e l'eminenza dell'architetto
Arturo Calzona, Il voto di Sigismondo, Piero della Francesca, i "consigli" del Filarete e la "nuova" architettura dell'Alberti al Malatestiano di Rimini
Arnaldo Bruschi, Alberti e Bramante: un rapporto decisivo
Kurt Flash, Nicolò Cusano e Leon Battista Alberti
Rodolfo Signorini, "De Iusticia pingenda Baptistae Fiaerae Mantuani Dialogus" - tipologie iconografiche della Giustizia, edizione critica e prima traduzione italiana del dialogo
Luca Boschetto, Leon Battista Alberti e Firenze

 

____________________

Leon Battista Alberti. Architettura e cultura, atti del convegno (Mantova 1994), Firenze, Leo S. Olschki, 1998 ("Accademia Nazionale Virgiliana. Miscellanea", n. 7), pp. XII+392, £ 90.000.

Programma del Convegno
Claudio Gallico, Introduzione al Convegno
Franco Borsi, Annotazioni in margine alla mostra dell’Alberti di Mantova
Arnaldo Bruschi, Qualche considerazione sull’Alberti architetto
Christof Thoenes, Postille sull’architetto nel De re aedificatoria
Hubertus Günther, Alberti, gli Umanisti contemporanei e Vitruvio
Andreas Tönnesmann, Donatello e Brunelleschi in polemica: un conflitto artistico nella cerchia fiorentina di Leon Battista Alberti
Marilyn Aronberg Lavin, Closing the circle on Piero della Francesca’s Rimini fresco with a motif in Alberti’s San Sepolcro Rucellai
Marvin Trachtenberg, An observation on Alberti’s choice of antique models: the anxious shadow of a brunelleschian anti-canon
Mario Martelli, La lingua poetica di Leon Battista Alberti
Ilaria Bonomi, Leon Battista Alberti linguista e grammatico
Alberto Tenenti, La religione nei Libri della famiglia albertiani
Cesare Vasoli, L’immagine dell’uomo nel Teogenio
Patrizia Castelli, Capelli "in aria simile alle fiamme": il concetto di moto negli scritti di Leon Battista Alberti
Luisa Zanoncelli, Reciproche influenze nell’idea di ‘divina’ proporzione
Graziella Federici Vescovini, Il vocabolario scientifico nel De pictura dell’Alberti e la bellezza ‘naturale’
Claudia Cieri Via, Ornamento e varietà: riflessi delle teorie albertiane nella produzione artistico-figurativa fra ‘400 e ‘500
Alessandro Parronchi, Ancora sull’Alberti pittore
Marcello Scalzo, La facciata albertiana di Santa Maria Novella a Firenze
Barbara Böckmann, La facciata della chiesa di San Sebastiano in Mantova: osservazioni alla luce di nuovi documenti
Rodolfo Signorini, In margine ad Alberti lucianista: il "Peri Tou Oikou" di Luciano e la "Camera dipinta" del Mantegna e altra fortuna di Luciano a Mantova fra Quattro e Cinquecento
Amedeo Belluzzi, Templi albertiani a pianta centrale
Marina Romani, Appunti di ‘prossemica minore’ a Mantova in età albertiana
Giannino Giovannoni, Riti e apparati di ostensione della reliquia nel Preziosissimo Sangue desumibili dalle monete e medaglie gonzaghesche
Franca Manenti Valli, La regola del costruire ‘armonico’ nella progettualità albertiana
Indice dei nomi
Indice delle opere di Leon Battista Alberti
Indice dei luoghi albertiani