Frank Becker,
Costruire Venezia. Cinquecento anni di tecnica edilizia in laguna. Le case a schiera
Roma, Argos, 2002 ("Biblioteca blu", n. 1), pp. 208, ill. b/n, € 25,00

Il volume di Becker si fa notare per il rigore con cui viene condotta l'indagine,  sulla base della strumentazione metodologica fornita dalla Bauforschung: dal rilievo analitico delle strutture, alla loro analisi stratigrafica e archeologica, fino all'esame della documentazione d'archivio, senza tralasciare gli aspetti formali, questo metodo di studio consente di approfondire la conoscenza degli edifici in maniera capillare. E ciò risulta importante in una realtà come quella veneziana, dove il costruito si impone con caratteri di assoluta originalià strutturale, imposti dalle condizioni morfologiche del terreno e ambientali.

Il libro di Becker affronta questioni tecniche, in rapporto a una tipologia edilizia popolare, ampiamente diffusa a Venezia dal XIII al XIX secolo, ovvero quelle case a schiera che determinano con la loro presenza vaste aree della città storica. Il restringere a una sola tipologia architettonica lo studio, estendolo contemporaneamente dal punto di vista cronologica, ha consentito di esaminare le fasi di evoluzione tecniche e formali di questo tipo edilizio, esaminandone varianti e permanenze che hanno chiarito molti aspetti relativi alle tecniche costruttive, all'organizzazione dei cantieri e alle strutture, anche formali dei manufatti.

Lo sviluppo del testo di Becker esamina nell'ordine gli aspetti più di carattere formale, come le varie tipologie planimetriche determinate dalla presenza e posizione del portego e delle scale, nonché i tipi di aggregazione (a corte o a schiera vera e propria), fino all'evoluzione costruttiva considerata sia sotto il profilo spaziale e topografico, sia cronologico. L'autore passa poi ai materiali utilizzati e alle maestranze, con l'individuazione del ruolo determinante dei marangoni e dei tagliapietra, e quindi alle strutture e alla "impiantistica" che interessa le case a schiera veneziane.

Si passa così all'esame di esempi, come la splendida corte di case a schiera del XIV secolo di calle del Paradiso tra San Lio e   Santa Maria Formosa, o le case Moro a Cannaregio (fondamenta Coletti), nonché la schiera seicentesca di campiello Pesaro e la casa in calle delle Beccarie (esempi entrambi ancora a Cannaregio). Ma questi casi sono scelti tra un numero ben più alto di schiere individuate e raccolte in un catalogo di 63 numeri. Il libro si chiude con un'importante raccolta di documenti d'archivio che, come detto, sono strumenti fondamentali per la coduzione della rcierca secondo la metodologia della Bauforschung.

Guido Ponziani
(1 giu 2003)


Indice del volume

Introduzione di Silvio Strano

I.    Caratteri tipologici
        Tipi planimetrici
        Tipi di aggregazione
        Dislocazione spazio-temporale

II.  Caratteri tecnico-costruttivi
        Materiali edili e maestranze
        Elementi strutturali
        Dotazioni impiantistiche e finiture

III. Esempi
        Schiera in Calle Paradiso (Castello 5731-5764)
        Le case Moro (Cannaregio 2983-2999)
        Schiera in campiello Pesaro (Cannaregio 637-645)
        Casa in calle delle Beccarie (Cannaregio 792)

IV. Catalogo

V.  Apparati
        Documenti d'archivio
        Registri di case di proprietà del Procuratori di San Marco (ASV)
        Sopralluoghi dei Giudici del Piovego (ASV)
        Bibliografia
        Indici